BLOG

È online il sito del Centro Direzionale Saccone

admin

0

Perfettamente visibile su tutti i dispositivi mobile (smartphone e tablet), caratterizzato da un layout moderno ed accattivante, è online il sito web del Centro Direzionale Saccone (www.centrodirezionalesaccone.it), nuovo polo commerciale sito in località Pagliarone a Montecorvino Pugliano.

Il portale fornisce informazioni dettagliate sugli immobili disponibili nel complesso, sia per l’acquisto con la modalità rent to buy che per l’affitto.

Sulla home page, e con una sezione dedicata, sono poste in evidenza loghi e descrizioni dettagliate delle attività commerciali e degli studi professionali attualmente presenti nel Centro Direzionale Saccone. Il portale è completato da una sezione dedicate alle news e agli eventi, e dalla mappa con le indicazioni per raggiungere la struttura.

Perché lo slogan “Al Centro del Business”?

admin

0

Il Centro Direzionale Saccone di Montecorvino Pugliano nasce con l’obiettivo di diventare un polo commerciale di riferimento per la provincia di Salerno. Una struttura costruita attorno alle necessità del professionista o dell’imprenditore, in cui poter far crescere la propria idea di business giorno dopo giorno.

“Al centro” ci sono idee, passione, voglia di contribuire alla costruzione di un virtuoso ecosistema economico e di relazioni capace di portare benefici e ricadute positive su tutto il territorio. La finalità ultima della struttura è quella, partendo dalla realizzazione e allestimento di una sala per convegni, conferenze e workshop tematici (spazio di confronto e cuore del Centro Direzionale Saccone), di creare una vera e propria “cittadella degli affari e del commercio” moderna, dinamica e accogliente.

Si scrive “Rent To Buy”, si legge “Vantaggi”. Ecco cosa occorre sapere

admin

0

Il “Rent To Buy” non è uno strumento finanziario, ma un’innovativa modalità di compravendita immobiliare originaria dei paesi anglosassoni, introdotta nel settembre 2014 con il decreto Sblocca Italia (Dl 133/14, art.23). Rappresenta la soluzione ideale per abbattere la soglia di liquidità necessaria per acquistare casa, evitando il ricorso ad un mutuo al 100%, assai costoso e di difficile ottenimento. Si applica a qualsiasi tipologia di immobile: ad uso residenziale, ad uso commerciale, ad uso artigianale/industriale nonché ad uso alberghiero.

Che cos’è e come funziona?

L’inquilino – futuro proprietario – versando al venditore (costruttore o privato che sia), un acconto che solitamente ammonta al 6% del prezzo di compravendita, da intendersi pattuito oggi e bloccato per 3 anni.

Durante la fase preparatoria l’inquilino – futuro proprietario – versa poi mensilmente al venditore un importo equivalente ad un normale affitto, il quale viene però solo per metà considerato canone di locazione a fondo perduto: l’altra metà viene invece “salvata” e va a creare un deposito in conto futuro acquisto che, sommato all’acconto iniziale, porterà l’accantonamento totale, al termine del programma, al 15% del prezzo concordato.

Al momento del rogito resterà così da saldare, con un mutuo liberamente scelto dall’acquirente, solamente il restante 85% del prezzo.

Oltre a creare un importantissimo accantonamento grazie al 50% dell’affitto “salvato” come acconto sul prezzo – 1º vantaggio finanziario – il RENT TO BUY consente anche di creare uno “storico creditizio” per l’acquirente, il quale sarà in grado di dimostrare alla Banca che ha puntualmente versato, per 3 anni, un importo mensile, per il RENT TO BUY, simile alla rata del mutuo richiesto.